Black out elettrico notturno in mezza città: Impianto di illuminazione pubblica al capolinea

Lampioni accesi nelle ore diurne. Gli operai, mediante un lungo sezionamento della linea, sono alla ricerca della dispersione che nei giorni scorsi ha lasciato molte vie al buio.

CENTRO –  Decine di richieste e di segnalazioni per i black out elettrici che si sono verificati nelle settimane scorse all’impianto di illuminazione pubblica trofarellese, lasciando molte vie cittadine al buio tutta la notte. «L’impianto è vecchio, con pali obsoleti e cavi molto probabilmente interrotti. Si tratta di interruzioni della linea che possono essersi verificate ovunque – commenta il sindaco Gian Franco Visca – Quindi risulta difficile individuarle ed aggiustarle. Un lavoro di sezionamento che deve essere fatto di giorno con i lampioni accesi. Non si stupiscano i cittadini che vedranno i lampioni accesi di giorno. Gli operai dell’Enel Sole stanno lavorando per rintracciare le dispersioni e rimuovere il problema. Per questo motivo stiamo seriamente pensando di sostituire interamente l’impianto di illuminazione con un impianto di ultima generazione. Abbiamo già avuto contatti con tre aziende distributrici di energia elettrica che svolgono servizi di illuminazione pubblica. Si tratta di investimenti molto importanti per il cui affidamento organizzeremo una gara d’appalto. Un servizio chiavi in mano che preveda anche la manutenzione completa degli impianti. Sul piatto della bilancia però ci sono consistenti risparmi nella gestione ordinaria, sia per il nuovo tipo di offerta presente sul mercato, sia perché la manutenzione sarà compresa nel prezzo, sia perché i corpi illuminanti, i pali, saranno muniti di lampadine a led di ultima generazione, con un potere luminoso maggiore ed un notevole risparmio energetico. Abbiamo anche quantificato il risparmio che si potrebbe realizzare: un abbondante 10 per cento sulla bolletta annuale. Ogni anno Trofarello spende 300 mila euro per l’illuminazione pubblica. Questo – conclude Visca – significa che si risparmierebbero oltre 30 mila euro all’anno sulla bolletta della luce».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.