Protesta per la negata partecipazione alla Notte Bianca

CENTRO – Protesta di Giuseppe Dell’Orto per la mancata possibilità di partecipare alla Notte Bianca della sua città. «Sono trofarellese da quando avevo due anni, dal 1967. Nel 1986 mi sono trasferito a Santena e successivamente a Capoverde. Sono rientrato a Trofarello dopo 30 anni e dal 2016 vivo qui in città e lavoro come ristoratore di Street Food. Partecipiamo ad eventi, fiere, sagre e tutti quegli appuntamenti che richiedono la presenza di cucine ambulanti. Sono rimasto molto deluso per il fatto che la delibera approvata per l’organizzazione non permetta la partecipazione ad operatori commerciali come me che hanno una licenza da ambulante. Mi spiace principalmente perché mi piacerebbe far provare ai numerosi amici trofarellesi i prodotti della mia cucina messicana. E poi mi spiace perché io sono un contribuente trofarellese e come tale mi sarebbe piaciuto partecipare. Mi hanno tenuto un po’ sulla corda prospettandomi la possibilità di partecipare ma siccome non ci contavo molto, visto la chiarezza del regolamento, non ho messo in calendario l’iniziativa ed ho fissato la partecipazione ad un altro evento a Beinasco. All’ufficio commercio mi hanno fatto notare che non rientravo nella categoria commerciale ammessa. Anche l’anno scorso era stata detta la stessa cosa dal comandante della polizia municipale anche se poi mi era stata prospettata una collaborazione con la proloco che comunque non mi garantiva la mia autonomia. Fare la Notte Bianca a Trofarello era una occasione per far provare i miei prodotti ai miei concittadini. Mi sembra un po’ restrittiva questa cosa di non accettare la partecipazione delle licenze ambulanti. Spero che in futuro le cose cambino».

Commenti: