Nuovi cassonetti al servizio delle associazioni

CENTRO – In arrivo nuovi cassonetti al servizio delle associazioni per le varie manifestazioni che si svolgeranno durante l’anno. «Ho provveduto a visionare tutte le richieste di cassonetti degli ultimi tre anni che le associazioni sul territorio hanno richiesto temporaneamente al Comune di Trofarello, e quindi al Covar, per organizzare le varie manifestazioni sul territorio – spiega Stefano Napoletano consigliere comunale e presidente di Pegaso03 – All’interno di ogni fattura spiccata dal Covar vi è sempre una voce riguardante la “Consegna e il Ritiro” dei suddetti cassonetti. E’ una voce che incide non esageratamente all’interno dell’ammontare totale, ma reiterata 5-6 volte l’anno fa si che si venga a creare una sorta di “balzello” sulle nostre associazioni. Quindi come amministrazione abbiamo deciso di acquistare direttamente i cassonetti, dotandoci del quantitativo massimo che di norma ci viene chiesto dalla Proloco, la quale, per la natura della manifestazione che porta avanti meritoriamente da molti anni, è quella che ne fa uso di un numero maggiore.
I cassonetti saranno custoditi dal comune di Trofarello nell’area recintata della struttura ex fornaci e le associazioni ne potranno fare richiesta all’Ufficio Tributi-Ambiente e usufruirne del quantitativo in base al loro fabbisogno. Pertanto ci doteremo di 6 cassonetti per i rifiuti solidi, di 8 cassonetti per l’organico, di 3 cassonetti per il vetro, di 5 cassonetti per la plastica e di 5 per la raccolta della carta. Poiché il nostro obiettivo, come amministrazione, sarà la riduzione dei rifiuti indifferenziati prodotti durante le manifestazioni, in un secondo momento metteremo in campo, attraverso un proficuo dialogo con le associazioni, una serie di iniziative tese proprio alla riduzione di questi rifiuti e di conseguenza alla riduzione della disponibilità dei cassonetti Rsu. Speriamo – conclude Napoletano – che questo minor costo per le associazioni del territorio possa tradursi in un incentivo ad organizzarne di nuove».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.