Accordo coi sindacati per l’area industriale

CENTRO – Incontro in comune, giovedì scorso, tra amministrazione e sindacati per valorizzare l’area industriale. «L’Amministrazione comunale ha aderito ai tavoli di lavoro fra Cgil, Cisl e Uil per la promozione dello sviluppo del lavoro nell’area Comunale, con l’intento di promuovere il miglioramento del benessere generale della popolazione.
Si condivide l’idea di sviluppare un piano di lavoro che riguardi i comuni della Zona Omogenea 3 e che quindi sia stimolo del lancio della zona, basato su un maggiore attivismo degli Enti locali.
Questo è possibile in quanto le nuove risorse economiche e finanziarie, da parte dell’Unione Europea apportate da PNRR e dai FSE e dai finanziamenti aggiuntivi di Stato e Regioni, permettono di lavorare per i prossimi sette anni, coinvolgendo: parti sociali, Enti locali, attori istituzionali.
Allo stesso tempo, si auspica e si concordano azioni per un confronto diretto fra le imprese presenti sul territorio nell’ambito della formazione per pianificare e favorire percorsi di qualificazione e riqualificazione formativa tramite i ITS e per ridurre il rischio di emarginazione a causa dei progetti di ristrutturazione e riconversione verde e digitale – spiegano Napoletano e Bertelle – Si intende perseguire tutte le azioni che favoriscono lo sviluppo di un maggior livello di impiego verso la pubblica amministrazione e che permetta lo sviluppo di nuovi progetti a sostegno dei processi di avvio al lavoro di nuovo personale, in via diretta e in via indiretta nei vari canali dell’impiego. Un’attenzione particolare deve essere dedicata per attivare politiche in ambito familiare di sviluppo della domiciliarità e della residenzialità nelle sue forme più innovative con l’evidente obiettivo di sostenere l’individuo ed integrarlo anche nell’età avanzata, permettendogli e favorendo la sua vita nell’ambito familiare. Identico percorso va perseguito per sostenere ed integrare le persone di tutte le età affette da varie disabilità. I tavoli di lavoro comprenderanno i seguenti assi strategici: transizione ecologica, digitalizzazione e innovazione, coesione e inclusione sociale.
Il Comune di Trofarello favorirà l’estensione dell’accordo e il coinvolgimento di tutti i Comuni della Zona Omogenea 3 dell’Area Metropolitana». «Lavoriamo con l’auspicio di un miglioramento delle condizioni di vita e delle opportunità lavorative oltre che un miglioramento complessivo dei sevizi ai cittadini» puntualizza Bertelle.«La zona industriale di Trofarello, insieme quella di Moncalieri, rappresenta un polo industriale e di servizi di eccellenza riconosciuti a livello mondiale – conclude Napoletano – Puntare sul lavoro, in questo particolare momento storico, è strategico».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.