Rovinosa caduta nel sottopasso della stazione

CENTRO – Incidente con una rovinosa caduta nel tunnel del sottopassaggio Mercoledì sera accaduto al Trofarellese Roberto Florian. «Mercoledì sera, al mio ritorno da Torino, scendo dal treno dellle 20,18 da Porta Susa e cammino a passo svelto nel sottopassaggio della stazione ferroviaria per raggiungere casa al più presto. Mentre mi accingo a superare alcune persone che camminavano un po’ più piano metto il piede in una fessura di quelle grate per lo scolo delle acque piovane e rimango intrappolato col piede – spiega Florian – Ho perso l’equilibrio e, a causa dell’inciampo, faccio un volo rocambolesco rovinando a terra. Cadendo mi sono girato su fanco però la botta a terra è stata terribile. Una volta a terra mi sono reso conto che avevo spaccato il cellulare, mi ero storto la mano, spalla e gomito sanguinante. Le persone che erano vicine mi hanno aiutato e si sono fermate per verificare il mio stato di salute per qualche istante ma poi sono rimasto da solo. Gamba, piede e braccio facevano malissimo e quindi ho chiamato il 112 per segnalare l’accaduto. Nel frattempo mi sono infilato nell’ingresso interno della stazione e sono riuscito a bussare agli uffici dei capi stazione che hanno fatto un primo sopralluogo ed i rilievi insieme ai carabinieri che erano sopraggiunti nel frattempo. Dopo aver steso una specie di verbale con i responsabili della stzione ho chiesto del ghiaccio secco. Nel medicarmi col ghiaccio secco mi sono accorto delle ferite al gomito sotto il giaccone. Invece di arrivare prima a casa sono poi arrivato dardissimo, dopo le 23. Queste cose in una stazione nnon dovrebbero capitare, Tanto più che questa è una stazione del Movicentro ed è giusto che le persone circolino in sicurezza. Della mia caduta c’è anche il video delle telecamere presenti nel sottopassaggio. Il giorno dopo sono andato al pronto soccorso del CTO dove mi sono stati prescritti 10 giorni di prognosi». Quale potrebbe essere il prossimo passo? «Non escludo di far causa alle ferrovie. Mi sto facendo seguire da una associazione che si occupa di queste cose. Anche per aiutare chi dovesse trovarsi nelle medesime situazioni in futuro».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.