Le barzellette della Bonelli in un libro edito dal Comitato Genitori

CENTRO – Dedicare dieci minuti di ciascuna lezione ad una seduta di teatro, con l’enunciazione di barzellette. è la ricetta dell’insegnante di Religione Paola Bonelli per smorzare le tensioni e predisporre gli allievi all’ascolto della lezione di religione. Tecnica che l’ha resa per anni una delle “prof” più amate delle scuole medie di Trofarello. Insegnante attiva anche nel campo del volontariato che in quasi 40 anni di servizio ha raccolto fondi e libri per gli allievi dalle disponibilità economiche più modeste. Oggi il comitato genitori ha raccolto le centinaia di barzellette ed editato un libro per cui è prevista la presentazione ufficiale sabato 17 dicembre, alle ore 21.00, presso i locali del Centro Marzanati. «”Te ne racconto una…” contenente la collezione delle mitiche barzellette della Professoressa Paola Bonelli raccontate agli allievi nei suoi 38 anni di servizio nella scuola secondaria di primo grado non è solo un libro. E’ un progetto che parte da lontano e che vuole essere un ringraziamento per i tanti anni di servizio, un grazie che tutta la comunità vuole dire alla propria insegnante di religione» commenta, al comitato, Giancarlo Oneglio.
Il libro, redatto a cura del CGT con la collaborazione dell’insegnante, sarà accessibile al pubblico dietro donazione libera; il ricavato sarà utilizzato per l’acquisto di libri di testo delle scuole trofarellesi e materiale didattico da donare alle famiglie di Trofarello in difficoltà.


L’evento è un omaggio all’operato della Prof.ssa Bonelli svolto durante i suoi anni di insegnamento, ma anche un’occasione per stare tutti insieme divertendoci e per sostenerla nella sua missione di raccolta fondi. Ma chi è la Bonelli e come si gunti alla pubblicazione di questo volume? «Avevo parlato a lungo delle mie barzellette ai ragazzi del comitato Genitori – spiega la Bonelli – In passato ho sempre venduto agli allievi fotocopie di barzellette per scopi benefici. Così quache mese fa mi hanno chiesto l’opera intera per la pubblicazione a scopo benefico. Devo dire che quando incontro un ex allievo, dopo gli abbracci e il riassunto di “cosa fai adesso”, la prima cosa che mi dice è “prof ho ancora tutti i libretti delle sue barzellette nel cassetto”.
Un segnale di affetto e di buoni ricordi. Non mi vergogno a dire che i 10 minuti di lezione passati a fare teatro sono molto proficui. Si può anche fare inclusione… Anche quest’anno ci sono allievi col sostegno che vengono vicino alla cattedra a raccontare la propria storiella e sono pure bravi».
La copertina è disegnata dall’Architetto di Savona Alex Mantovani che ha disegnato le illustrazioni a titolo gratuito nel tempo libero. La prefazione è a firma del sindaco Napoletano, dell’assessore alla scuola Tiso e del dirigente scolastico Catanzaro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.