Una mozione per chiedere un aiuto per il pagamento degli affitti. Proposta del gruppo politico Noi Trofarello

CENTRO – Il Gruppo NOI Trofarello ha proposto al Sindaco e alla Giunta una mobilitazione straordinaria, tramite una mozione che è stata presentata anche in centinaia di consigli comunali del Paese, perché il Governo accolga gli emendamenti relativi al ripristino nella legge di bilancio per il 2023 di un contributo per gli affitti da destinare a coloro che si trovano in gravi difficoltà economiche; inoltre, chiediamo con questa mozione affinché il governo metta ulteriori risorse nel Fondo per la morosità incolpevole.
“I tempi sono molto stretti e dubitiamo che il sindaco voglia nel prossimo consiglio comunale preoccuparsi di quei cittadini (e a Trofarello sappiamo che ce ne sono alcuni) per i quali si prospetta un inverno drammatico – afferma la capogruppo Laura Sandrone che sostiene come “ nel comune di TROFARELLO come in molte altre città del Paese, vengono eseguiti sfratti per morosità incolpevole, e che la crisi economico-sociale tuttora in corso fa presagire che l’emergenza abitativa continuerà e peggiorerà nel prossimo anno.
Luca Maggio sottolinea come “il contributo affitto e i fondi per la morosità incolpevole abbiano costituito negli ultimi anni uno strumento utile per alleviare il disagio abitativo, impedendo o ritardando gli sfratti fino a consentire ai nuclei familiari in difficoltà di trovare un’altra sistemazione abitativa. L’attuale livello degli affitti sul mercato privato della casa è, per molte famiglie anche residenti nel nostro comune, letteralmente insostenibile a causa della diffusione del lavoro povero e precario della stagnazione decennale dei salari medio-bassi e dei livelli di disoccupazione”.
Marco Cavaletto sostiene che “la Legge di Bilancio messa a punto dal governo di Centro Destra a guida Giorgia Meloni prevede una riduzione della platea dei beneficiari del reddito di cittadinanza (con diminuzione tra l’altro anche delle mensilità complessive percepibili nel 2023). Al netto dei suoi limiti, questo strumento legislativo in questi anni ha frenato l’impoverimento e sostenuto il livello dei salari che, in Italia, sono fermi o diminuiti nel corso degli ultimi 20 anni”.
I tre consiglieri di opposizione chiedono quindi un impegno al Sindaco e alla giunta per un intervento immediato sul governo, anche attraverso l’Anci, affinché la Legge di Bilancio venga modificata, nel senso di reintegrare ed aumentare adeguatamente la dotazione finanziaria degli aiuti sociali per l’affitto e dei fondi per la morosità incolpevole. I sottoscrittori della mozione chiedono al sindaco di tramettere la mozione, se approvata, a tutti i parlamentari del territorio perché si facciano portatori in sede parlamentare di queste richieste.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.