Grande successo per “Il Villaggio racconta”

Cd Comitato100 Cd bruciati in due giorni  

Centro – Sono stati bruciati 100 Cd in due giorni. Un vero successo l’iniziativa del Comitato genitori “Il villaggio racconta” che ha visto la realizzazione di un Cd musicale con la partecipazione di una quindicina di lettori che hanno recitato ed interpretato altrettante storie,  filastroche e racconti. Il progetto “Il villaggio racconta…”, cd di audio-favole che ben rappresenta il motto del CgT, “Per far nascere un bambino ci vuole un intero villaggio” è una raccolta di favole, alcune classiche, altre inedite, lette da visi noti ai bambini.


«Abbiamo individuato alcune persone del “villaggio” Trofarello che hanno in qualche modo a che fare con la quotidianità dei bambini e abbiamo chiesto loro di leggere una fiaba, una filastrocca, un racconto che portano nel cuore o che hanno voluto realizzare per l’occasione – spiegano i rappresentanti CgT che hanno seguito la realizzazione del progetto, Stefania Gamba, Giulia Prastaro, Giulia Donatelli e Francesco Vidotto – Quando la mamma Jeanet Hoeberechts ci ha prospettato l’idea l’abbiamo sposata con entusiasmo. E con altrettanto entusiasmo hanno risposto le persone che hanno aderito al progetto. è stata per tutti un’esperienza densa di emozioni».
Sono davvero tanti i volti, o meglio le voci note che regaleranno un’emozione agli ascoltatori.1501villaggiocd
Gian Franco Visca, sindaco di Trofarello e orgoglioso bisnonno, che regala la storia di un’avventura raccontata tanti anni fa alla figlia Chiara. Valeria Fantino, Dirigente Scolastico presso l’Istituto Comprensivo di Trofarello, che ha scritto una favola in clima natalizio. Roberto D’Uva, giornalista e papà, che per l’occasione ha inventato due favole tagliate su iniziative del CgT, la raccolta dei tappi e il Pedibus. Ermanno Ubertino, musicista, alpino, volto notissimo per il costante impegno nella comunità e nell’aiuto ai bambini all’ingresso e all’uscita della scuola elementare. Giulia Donatelli, che ha scelto la storia del topo di campagna e del topo di città tratta da una Satira del poeta latino Orazio. Giovanna Piscitello, mamma che lavora presso la ditta di ristorazione scolastica, che approfitta dell’occasione per parlare di alimentazione con il “cibarcobaleno”.
E poi Don Sergio, parroco di Trofarello, con una fiaba che insegna a non ritenere nessuno irrecuperabile. Luciano Elettro, volontario Avis Aido, storico accompagnatore dello scuolabus come volontario Auser, che propone la “Filastrocca dello scuolabus” scritta con l’aiuto della figlia e di una sua amica. Daniela Parisotto, con la Filastrocca di Ippo, che raccontava al figlio. Emilia Tiso, insegnante della scuola elementare, volontaria CRI, che ha scelto una leggenda per ricordare che siamo protagonisti primi di tutto ciò che ci accade.
E ancora Adriana Galli, nonna di Matteo e Anita, che ha scelto di leggere una storia con l’auspicio che i bimbi ne ricordino la morale. Brunella Marcenaro, volontaria CRI, che ha scelto un racconto in rima a lei donato da una cara amica di famiglia; Pina Carleo, collaboratrice scolastica presso la Scuola dell’Infanzia Dionisio e Steli, con la favola sui tappi. Erik Viotti, dirigente Trofarello SEC Volley, che ha scritto una storia sulla bellezza che si può scoprire nell’insolito. Infine Antonella Sabatino, bibliotecaria a Trofarello, con Rosaspina dei fratelli Grimm.
«Un lungo elenco di persone che si sono adoperate – aggiungono dal CgT – a loro il nostro ringraziamento, ed anche a coloro che hanno messo a disposizione le loro competenze tecniche: Andrea Ferrari e Maximiliano Maira, che si sono occupati delle registrazioni e dell’editing audio. Camelot Studio per aver messo a disposizione la sala di registrazione. ErreDiPress per la stampa dei libretti del CD e Chiara Visca per l’immagine di copertina. Un grazie anche a Sandra Pennacini per i testi regalati al progetto. Ci auguriamo che queste letture possano piacere a tutti e che aiutino grandi e piccini a sentirsi parte di un villaggio che sa crescere insieme».
«Ora il Cd potrebbe andare in ristampa per rispondere alle richieste delle persone che sono rimaste senza – concludono i responsabili del Cgt – Sperando di fare il tutto esaurito anche questa volta».

Sandra Pennacini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.