Mezzo milione di euro per Valle e Zona Industriale

 

CENTRO – Dal mazzo dell’assessore al bilancio Maurizio Tomeo spunta un jolly da oltre mezzo milione di euro. Lunedì la Giunta Regionale ha deliberato il via alla firma del protocollo di intesa con i Comuni cui è stata riconosciuta la premialità relativa ai contratti di quartiere. Tra i sette comuni beneficiari Trofarello, cui saranno assegnati 525mila euro.

Maurizio TomeoTomeo, ci spiega il più semplicemente possibile di che si tratta?
“In parole povere arriveranno altri soldi freschi. A suo tempo abbiamo richiesto alla Regione Piemonte di inserire gli interventi relativi alla Rodari III nell’ambito dei contratti di quartiere, che sono programmi di recupero urbano sostenuti da finanziamento pubblico. I lavori in oggetto sono già stati terminati e sono stati coperti da altre fonti di finanziamento, perché i tempi della burocrazia non ci permettevano certo di aspettare di sapere se e quando questi fondi sarebbero stati erogati. Non era affatto detto che queste somme ci fossero riconosciute – specifica Tomeo – Per questo motivo non sono nemmeno presenti a bilancio, prudenzialmente non le abbiamo prese in considerazione. Ora, invece, è certezza che ci verranno erogate. Di conseguenza potremo destinare questa nuova liquidità in altra direzione”.

Quindi 525mila euro “extra” rispetto alle vostre stesse previsioni. Come destinerete questi soldi?
“Proseguiamo sulla strada degli investimenti in opere pubbliche. Continuiamo a trasformare la città. Intanto sono già partiti i lavori di sdoppiamento della fognatura in via Vittorio Veneto, sono stati affidati i lavori per la Pace 2 e avviata la gara per la Pace 1. Con questa nuova iniezione di liquidità si porteranno avanti altri lavori stradali necessari: la sistemazione di via La Pira e delle strade di Valle Sauglio, che saranno anche interessate da lavori di acquedottica. I lavori di via La Pira, inoltre, sono da leggersi in un’ottica congiunta con quelli di sistemazione del Rio Rigolfo. Entrambi gli interventi sono volti a mitigare i problemi di allagamento della zona industriale”.

L’intera somma sarà dunque investita in strade?
“Dobbiamo ancora approfondire la questione, ma certamente una quota parte sarà anche destinata all’estinzione di un mutuo, quello più oneroso, l’unico che non gode di tassi agevolati. Questo comporterà una riduzione della spesa corrente annuale di circa 20mila euro, andando ulteriormente a migliorare il bilancio comunale”.

Altri soldi che arrivano a ridosso delle elezioni, direbbero alcuni maliziosi.
“Direbbero una cosa insensata. Stiamo solo raccogliendo il frutto di un lavoro che si è sviluppato negli anni, e i cui tempi sono del tutto indipendenti dalla nostra volontà. Non siamo certo noi a determinare quando la giunta regionale decide di dare il via libera, a noi come agli altri sei comuni ammessi al beneficio”.

Resta il fatto che il clima elettorale si sta scaldando. Qualche anticipazione?
“Mentre altri giocano a decidere quale sia la faccia più accattivante per accalappiare gli elettori, noi abbiamo cose più serie da fare. Dobbiamo concludere il nostro mandato, e lo faremo seriamente fino all’ultimo giorno. Ripeto, stiamo trasformando Trofarello e saranno i risultati a parlare per noi”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.