Un anno e mezzo di CGT

CENTRO – Un anno e mezzo di Comitato Genitori Trofarello, da dicembre del 2019 a Giugno del 2021. Un anno e mezzo di impegno e solidarietà nonostante tutte le restrizioni dovute alla pandemia da Covid 19. Alessandra Gibin, insegnante, è il presidente del comitato Genitori. Il presidente che si è trovata ad affrontare forse il periodo più duro che la scuola e l’associazione che vi ruota intorno abbia mai dovuto affrontare. «A Dicembre del 2019, siamo ancora riusciti a partecipare all’evento “Solidarietà in Musica”, raccogliendo generi alimentari e materiali di prima necessità (da affidare alla Croce Rossa di Trofarello) non soltanto durante l’evento ma anche attraverso alcuni banchetti posti nei diversi plessi dell’ Istituto Comprensivo – inizia la Gibin nella sua narrazione – A Gennaio 2020, Gabriele Belotti, proprietario di Campo Ronco a Moriondo, trasporta alla ditta di Cambiano, dove consegniamo i tappi per il riciclo, un carico dei suoi rifiuti di plastica e, generosamente, ci devolve il ricavato. A Febbraio 2020 riusciamo ancora a organizzare una serata a tema alla scuola Rodari, sul CyberBullismo…ma a Marzo 2020 tutto cambia, il Covid trasforma le nostre vite. Chiediamo allora ai bambini, per reagire e per rincuorarli, di disegnare arcobaleni e di inviarceli, per colorare il web con messaggi di speranza e intanto continuiamo la raccolta tappi e per il resto ci fermiamo, attendendo che il mondo riprenda il suo lento giro.
A Settembre 2020 il Comune di Trofarello, invita le associazioni a partecipare alla misurazione della temperatura nei plessi scolastici; i genitori, i nonni, gli amici del Comprensivo rispondono e il CGT coordina la sua parte. Arriva finalmente Natale e la gara di solidarietà del paese è palesemente visibile, il CGT è presente davanti alle scuole e nei mercati e, tutti insieme, a Trofarello vengono raccolti una grande quantità di giochi nuovi, da donare alle famiglie con bambini seriamente in difficoltà. Ma non solo, alla raccolta di giochi si aggiungono 1000 euro raccolti e donati alla Caritas per le famiglie con bambini e ragazzi in età scolare. A febbraio 2021 il Comune ci concede un garage nel quale depositare i tappi raccolti, in attesa che vengano portati all’azienda Reveane di Cambiano, dove in giorni prestabiliti, anche i trofarellesi possono portarci i loro tappi raccolti. La nostra raccolta da i suoi frutti, ad Aprile 2021 con il ricavato di diversi anni di raccolta possiamo finalmente acquistare materiali da regalare ai diversi plessi dell’istituto Comprensivo. Infine, a Giugno 2021, concludiamo l’anno scolastico con il trasporto di 875 kg di tappi. Nonostante la pandemia e le chiusure, abbiamo cercato di non fermarci e soprattutto, cosa che ben in pochi sanno, siamo diventati associazione e intendiamo celebrare questo evento appena sarà possibile, magari in concomitanza con la ricorrenza dei 10 anni dalla fondazione del Comitato Genitori di Trofarello. Attualmente stiamo partecipando a progetti con la Cooperativa Cittattiva e con il Comune di Trofarello, e abbiamo in programma una serie di incontri con i cittadini che vogliono darci il loro appoggio o farci partecipi dei loro progetti – conclude la Gibin – Da parte nostra c’è sempre la voglia e l’entusiasmo con cui abbiamo sempre affrontato e creato cose nuove e siamo in attesa di nuovi genitori che abbiano questo stesso entusiasmo e anche un pizzico di curiosità necessario per entrare a far parte del Comitato Genitori, perché come tutti a Trofarello ormai sanno: “Per far crescere un bambino ci vuole un intero villaggio“».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.