Ritrovata dopo un mese la gattina scomparsa

Sparita dal 17 febbraio e ricomparsa a Rivalta Torinese il 26 marzo

Gatta«Mi chiamo Mima, ho 9 anni e mi sono persa. Non so come fare per ritrovare la mia padrona, che mi fa anche un po’ da mamma. Mi sono smarrita a Rivalta, ma l’ultima volta che ho fatto la pipì ero in vicolo Salzea a Trofarello. Non chiedetemi come abbia fatto ad arrivare fin qui. L’unica cosa che voglio è tornare a casa».

L’appello di Mima lo ha scritto per lei Alessandra Penno che di Mima è la padrona. La gattina era sparita dalla sua casa di vicolo Salzea dal 17 febbraio e la Penno non sapeva cosa fare per ritrovare la sua amata micia.

Mima era salita per colpa della sua curiosità su un camion di trasporto mobili che era entrato nel cortile della sua casa. Gli autisti, terminato il lavoro, l’avevano chiusa dentro il camion ed erano partiti per la consegna successiva: Rivalta. Così Mima un po’ spaventata per tutti quegli sballottamenti dentro il camion era scesa alla prima fermata. E a Rivalta ha vagato tra il numero 8 ed il numero 10 di via Galileo Galilei.

Alessandra Penno«Noi siamo andati a Rivalta e nella zona della fermata del camion di trasporti, abbiamo tappezzato i pali della luce di volantini con la foto della gattina ed i miei numeri di telefono. Ho contattato anche i veterinari della zona. La chiave di volta è stato il contatto con il canile “Arca di Piera” che ha una serie di volontari che seguono anche colonie di gatti randagi. Alessia Tavaglini, la responsabile dell’Arca di Piera di Rivalta si è fatta in quattro per aiutarmi, attivandosi per cercarmi il gatto.

Così come si è attivata con tutti i mezzi a sua disposizione la mia amica Luisella Costamagna in Ventura, che lavora al confine di Rivalta – continua Alessandra Penno – Il 26 marzo mi chiama la signora Alessia: “L’abbiamo trovata al numero 12 di via Galilei”. Una famiglia con tre figli l’aveva vista aggirarsi quella mattina fuori casa, magrissima e tutta arruffata, e l’ha portata in casa. Mi sono fiondata a casa loro per recuperarla. È stato molto commovente. Mima mi ha riconosciuto subito e mi ha fatto un sacco di feste. Senza l’aiuto di Alessia Tavaglini del canile non avrei mai ritrovato la mia gattina. Ci tengo a raccontare questa storia per testimoniare che esistono ancora persone che amano gli animali e che sono disposte ad aiutare anche gli altri uomini, anche solo per la ricerca di un amico a quattro zampe sperduto».

Roberto D’Uva

logopiccolopiù

   ringrazia gli inserzionisti

  • 13 simply viagginsieme
  • 13 aritco
  • 13 tintoria garden
  • 13 pastificio calì
  • 13 daniela merceria
  • 13 la gotha
  • 13 fondazione casa di riposo masera
  • 13 Ceresero Roberto
  • 13 l'annunziata
  • 13 surgelati
  • 13 abytare
  • 13 Pesciperlapelle
  • 13 Fedua
  • 13 cooperativa agricola
  • 13 scalenghe
  • 13 la ninfea
  • 13 bepiciccio
  1. 1
  2. 2
  3. 3
  4. 4
  5. 5
  6. 6
  7. 7
  8. 8
  9. 9
  10. 10
  11. 11
  12. 12
  13. 13
  14. 14
  15. 15
  16. 16
  17. 17

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.