Hola! La scuola trofarellese parla spagnolo tra lavori e consolidamenti

TROFARELLO – Lunedì hanno aperto i battenti dei plessi scolastici trofarellesi.

Tutto pronto per la materna Neyrone per cui è confermato il servizio scuolabus.

«Per la scuola materna La Pace 1 il municipio è in attesa della firma del finanziamento da parte della Corte dei Conti per partire con la procedura. Questa firma è attesa in tempi brevi – spiega il sindaco Gianfranco Visca – I bambini di questa scuola come sapete sono trasferiti alla Leopardi».

Parliamo dei lavori di adeguamento alla Leopardi proprio in funzione del trasferimento dei bimbi della materna La Pace? «I water sono già stati sostituiti con quelli piccoli e sono state realizzate anche le pedanine per i lavabo. I pasti verranno serviti in un locale refettorio idoneo ed imbiancato di fresco per l’inizio delle frequenza, come stabilito dai tecnici e consulenti igiene e non nelle aule come richiesto dalle insegnanti. I bambini avranno un’area verde giochi riservata solo a loro – spiega Visca – Ho pregato i tecnici del comune di tenere sotto controllo le caditoie dell’ingresso al plesso Rodari per evitare che le foglie occludendole creassero disagi. Ho anche chiesto al dirigente di non far più entrare l’autobus nel cortile per motivi di sicurezza».

Vediamo l’ampliamento della scuola materna La pace. Come siamo messi con l’appalto? «Per La Pace 2 sono stati affidati i lavori all’impresa venerdì 4 settembre. Iniziano subito».

E le altre scuole? «Alla materna Steli non è cambiato nulla. Alla Rodari vi è stata invece la visita dei vigili del fuoco. Tutto ok per l’inizio delle lezioni. Ingressi e uscite separati delle classi organizzati dalla scuola. Alle Leopardi avevamo la necessità di ottenere il Certificato Prevenzione incendi. Abbiamo realizzato un grosso intervento di bonifica del seminterrato della palestra con chiusura di tutti gli sfiati del condotto fognario e la conseguente eliminazione degli odori. Abbiamo ripreso tutte le caditoie delle acque meteoriche che abbiamo scoperto scaricavano nella terra e non nel collettore delle acque bianche. Per ottimizzare i costi si stanno verificando le fermate dello scuolabus con la soppressione delle fermate meno utilizzate. Qui abbiamo bisogno di comprensione e di qualche sacrificio per mantenere i costi».

E per quanto riguarda sezioni e funzionamento della scuola? «Per il secondo anno consecutivo la scuola ha ricevuto un numero molto alto, 46 in tutto, di richieste per l’inserimento nella sezione di spagnolo come seconda lingua straniera. Le sezioni in cui si insegna lo spagnolo, a partire dall’anno scolastico 201516, sono la D e la E (solo la classe prima). Quest’anno la classe prima E non è stata formata e purtroppo sono state accontentate solo 21 richieste di spagnolo, quelle della 1 D – spiega la preside Valeria Fantino – Nei primi mesi di scuola verrà distribuito agli alunni delle prime A-B-C un modulo per iscriversi ad un corso di spagnolo pomeridiano; se ci sarà un numero sufficiente di adesioni, la scuola si attiverà per organizzare nel secondo quadrimestre un laboratorio di spagnolo a pagamento ad un costo contenuto».

Costi. Invariati rispetto a quelli dell’anno scolastico precedente. I bambini ed i ragazzi mangiano a 4,30 euro a pasto, il servizio scuolabus costerà alle famiglie 216 euro l’anno, la navetta per la materna Neyrone a Valle Sauglio 240 euro. Per il servizio di pre e post scuola le famiglie dovranno sborsare 135 euro alla scuola elementare Rodari, 175 euro per le materne Dionisio-Steli e La Pace. Per il doposcuola della Leopardi il costo è di 150 euro. Possibili sconti sono previsti sulla base dell’ISEE. Informazioni e iscrizioni all’ufficio Socioculturale di via Battisti 25 lunedì, mercoledì e venerdì dalle 9 alle 12,30; martedì e giovedì dalle 15 alle 17,45. Telefono: 011-648.21.40

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.