Tra fantapolitica e silenzio di riflessione la nuova giunta prende forma

visca-1CENTRO –  Il sindaco al telefono non risponde e ad una settimana dal voto il cuore degli appassionati delle amministrative 2016 è in fibrillazione. Ormai è tutto un toto assessori per la seconda giunta del sindaco Visca. In città non si parla d’altro e mentre il sindaco si riposa sulle rive di un noto lago italiano, che non riveliamo a garanzia della sua privacy, dopo le fatiche della campagna elettorale, il giornale fa il proprio lavoro e indaga su quelli che potrebbero essere i nomi degli assessori in Giunta. Tutte le bocche sono cucite ed anche il sindaco non risponde al telefono liquidando il nostro tentativo di contatto con un laconico messaggino “Sono in vacanza”. Così scandagliamo tutte le nostre fonti e proviamo ad azzardare un pronostico su quelle che potrebbero essere le cariche assegnate a ciascun consigliere. Pare certa la presenza di un assessore esterno che verrebbe affidato al segretario provinciale della Lega Nord Bruno Carmelo Fabrizio, in virtù dell’accordo preelettorale sottoscritto proprio tra Lega e gruppo Per Trofarello prima delle elezioni. Poi parrebbero anche sicure le quote rosa. Nomi avvalorati da esperienza, competenza e professionalità da spendere. Usiamo il condizionale per correttezza ma parrebbe certa la presenza in giunta dell’avvocato Stefania Grazini, (Area Moderati) e Paola Bertelle. Con due assessorati affidati alle donne resterebbero da assegnare ancora due cariche. Calcolando il sodalizio indissolubile che esiste da 15 anni tra il sindaco Visca e Maurizio Tomeo, e le indiscusse capacità di quest’ultimo in materia, crediamo impossibile che non venga affidato al professore il consueto assessorato al bilancio. Infine il quinto assessorato. Calcolando numero di preferenze ottenute e disponibilità, e tenendo in considerazione anche la volontà del confermato sindaco di voler svecchiare la precedente Giunta, sembrerebbe essere assolutamente possibile la presenza di Giorgio Miletto nella squadra di governo di Visca. Ultima carica istituzionale di prestigio da assegnare è la presidenza del Consiglio comunale che, sempre in virtù dello svecchiamento del consiglio comunale e dell’alto numero di preferenze, potrebbe tranquillamente essere assegnato a Beppe Scaglia. Illazioni? Fantapolitica?
Nessuno conferma, nessuno smentisce, tutti si trincerano dietro un “no coment”, spetterà al sindaco, al ritorno da questi tre giorni di vacanza, svelare il mistero e mostrare le carte. Ed infine iniziare a lavorare. I nomi definitivi dovrebbero essere comunicati ufficialmente martedì o, al più tardi, mercoledì.

Roberto D’Uva

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.