Sulle dimissioni di Luca Maggio le riflessioni del capogruppo Tiso

CENTRO  – Il consigliere capogruppo di Proposta Emilia Tiso prende carta e penna per spiegare le dimissioni di Luca Maggio. «Eravamo preparati ma in fondo non eravamo pronti e, a ben guardare, non lo saremmo stati mai comunque. Perché a salutare Luca Maggio non volevamo proprio predisporci. Perché Luca ci mancherà. Anzi: Luca Maggio ci manca già. Ma questa sua decisione è un altro pezzo della strada fatta insieme e, come tale, insieme la vivremo – esordisce Emilia Tiso – Proposta, doverosamente, rispetta la volontà di Luca di riprendersi il proprio tempo per operare anche in altre realtà sociali, come aveva già annunciato prima delle elezioni. Ma Proposta deve anche ringraziare Luca Maggio non solo per la schiettezza con cui ha condiviso la sua visione unendola alla nostra, ma anche per tutto il lavoro e per la concreta dedizione con cui si è speso nell’obiettivo comune.

La competenza politica, l’onestà di pensiero e di azione sono solo alcune caratteristiche del suo carattere che hanno reso e rendono chiari i percorsi finora intrapresi e quelli che verranno. Sono piccoli fari che hanno guidato e che continueranno a guidare chi vuole fare una “politica vera”, un luogo di «tanti molti» che però insieme diventano una comunità – continua la Tiso – Ma non è solo a nome di Proposta che vorrei parlare. È anche a nome mio, di quella Emilia che pur non osando, come tanti di noi in fondo, vorrebbe chiederti di restare ma si ferma un passo prima e ti guarda con ammirazione perché ancora una volta per te parla il coraggio, il tuo essere fedele ai tuoi sogni, l’audacia di perseguirli sempre, di tenerli vivi e averne cura. E così, mentre lasci Proposta, ne sei nuovamente il cardine e ci inviti, ancora una volta, ad andare oltre noi, oltre le nostre paure, oltre le solidità che ci davi. Ci solleciti a diventare più consapevoli e protagonisti, a non adagiarci sul quanto finora si è fatto ma a puntare con rinnovata forza verso il “bene comune” . e in questo indicarci la strada, noi sappiamo di non essere soli. Sappiamo che il tuo sostegno ci accompagnerà e che la tua critica costruttiva vigilerà sulle nostre visioni e la tua amicizia le conforterà – conclude il Capogruppo di Proposta Trofarello – E se un senso troppo pesante dovesse far buia la strada, la tua allegria irromperà».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.