Cappotto a suon di Lega e 5 Stelle

CENTRO – Trofarello in linea con l’andamento nazionale. Anche in città Movimento 5 Stelle e Lega hanno fatto incetta di voti e risultano i partiti più votati. Il Movimento ha fatto registrare 1967 voti al Senato e 2156 voti alla Camera. La Lega, prima formazione della coalizione di Centro Destra, ha raccolto 1170 voti al Senato e 1261 alla Camera. In totale la coalizione ha preso 2242 voti alla Camera dei Deputati (656 a Forza Italia, 256 a Fratelli d’Italia e 42 a Noi con l’Italia, dove era candidata la trofarellese Borgarello). 2093 i voti della coalizione di Centro Destra al Senato con Forza Italia che si attesta sui 633 voti, 222 le preferenze andate alla Meloni, 29 i voti andati dai trofarellesi a Noi con l’Italia-UDC. Tracollo del Pd e della coalizione di Centro sinistra (1730 voti in totale al Senato e 1930 alla Camera). Il Pd porta a casa 1340 voti al senato e 1422 alla Camera. +Europa ha preso 256 voti al Senato e 298 alla Camera.

«Innanzitutto vogliamo ringraziare i 2156 trofarellesi che hanno scelto il M5S (oltre il 31%), confermandolo prima forza politica a livello locale, assolutamente in linea con il grande successo a livello Nazionale – esordisce Anna Friscia, portavoce del Movimento 5 Stelle – Eppure nonostante questo sarà difficilissimo formare un governo, grazie anche a una legge elettorale passata solo qualche mese fa, a ridosso delle elezioni, a colpi di fiducia.
Innegabile anche l’exploit della Lega che nel nostro collegio ha raggiunto il 20 %, mentre Forza Italia si ferma al 13%. Notiamo tuttavia subito una contraddizione e cioè che questa valanga di voti di chi ha scelto Lega ha comportato l’elezione in parlamento non di un leghista ma della forzista Porchietto. E cosi in tutto il nord dove la lega ha trainato mentre sulle liste c’erano tanti candidati di Forza Italia e questi andranno a Roma.
In generale possiamo dire con certezza che il M5S si attesta la più grande forza politica omogeneamente distribuita sul territorio nazionale mentre la Lega si conferma forte esclusuivamente nelle regioni del Nord. Da qui si parte per la difficile costruzione di una maggioranza a cui il M5S ha intenzione di proporre una serie di punti programmatici e su cui chiederà sostegno e fiducia per dare un governo al paese ed evitare lunghe agonie o peggio ancora il caos istituzionale».
«Il governo tocca a noi: la Lega ha vinto all’interno della coalizione e rimarrà alla guida del centrodestra. Abbiamo il diritto-dovere di governare – commenta Bruno Carmelo Fabrizio, assessore trofarellese e commissario provinciale della Lega – Parole di Matteo Salvini che come commissario di circoscrizione mi sento di confermare totalmente aggiungendo che da domani si torna a lavorare perché tra un anno ci andremo a riprendere anche la Regione Piemonte, mandando i cittadini a votare per chieder l’autonomia come la Lombardia e il Veneto. L’arroganza di Renzi e di tutta la sinistra è stata punita. Grazie ai milioni di cittadini che hanno deciso in maniera chiara chi deve andare a governare questo paese dandoci più voti anche dei cinque stelle e molti più parlamentari». Un commento al sindaco Visca che tirava la cordata di Forza Italia. «Il primo pensiero che mi è venuto in mente stamane conoscendo i risultati delle elezioni politiche è stato: Viva la Democrazia, viva la libertà – commenta il sindaco Gian Franco Visca – La democrazia che consente ad un popolo di scegliere liberamente i suoi rappresentanti e la libertà di potersi recare alle urne per esercitare questo diritto. Ora a coloro i quali che hanno ricevuto questo mandato il compito, il dovere di mantenere gli impegni presi. Per me rimane la soddisfazione di aver contribuito a modo concreto a far elegge la persona per la quale mi sono speso».

Commenti: