Attenti alle siepi e agli alberi troppo “generosi”. Scattano controlli e multe salate

CENTRO - Scatta l’obbligo di tenere in ordine piante e bordi delle strade da parte dei proprietari di terreni e alberi. Pubblicata l’ordinanza a firma del capo della polizia municipale, Pierangelo Prelato. Ordinanza necessaria con l’esplosione della primavera ed il conseguente risveglio della vegetazione. «I proprietari confinanti hanno l’obbligo di mantenere le siepi in modo da non restringere o danneggiare la strada e di tagliare i rami delle piante che si protendono oltre il confine stradale e che nascondono la segnaletica o che ne compromettono comunque la leggibilità dalla distanza e dalla angolazione necessarie.
Qualora per effetto di intemperie o per qualsiasi altra causa vengano a cadere sul piano stradale alberi piantati in terreni laterali o ramaglie di qualsiasi specie e dimensioni, il proprietario di essi è tenuto a rimuoverli nel più breve tempo possibile.
Chiunque viola le disposizioni del presente articolo è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da euro 169 a euro 680. Ne consegue la sanzione amministrativa accessoria dell’obbligo, per l’autore della stessa, del ripristino a sue spese dei luoghi o della rimozione delle opere abusive. avendo il presente atto effetto conti nuativo, i proprietari, possessori, conduttori di fondi o terreni confinanti con le strade pubbliche o di uso pubblico, dovranno provvedere a ripetere le suddette operazioni di taglio, mantenimento e pulizia, ogni qualvolta le stesse si rendano necessarie – spiega l’ordinanza del comandante Prelato – Per l’esecuzione dei lavori di cui sopra non occorre alcuna autorizzazione, trattandosi di interventi urgenti finalizzati alla pubblica incolumità; nel caso in cui l’attuazione delle suddette manutenzioni richieda l’occupazione della sede stradale o comunque possa interferire con il transito sia veicolare che pedonale, devono essere preventivamente concordati con la Polizia Locale e l’Ufficio Tecnico Lavori Pubblici, le modalità, le date e orari di svolgimento dei relativi lavori; In caso di inosservanza entro il termine previsto dalla legge l’Amministrazione Comunale si riserva la facoltà di provvedere, anche in tempi successivi e senza ulteriore avviso, all’esecuzione degli interventi ritenuti indispensabili mediante affidamento a ditte specializzate addebitandone le spese ai proprietari/possessori/conduttori».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.