Una realtà locale che cambia pelle e cresce con nuovi servizi

CENTRO – Cresce e si trasforma con lo sportello telematico per le pratiche auto l’ufficio delle assicurazioni Reale Mutua “Giorello”. Una storia lunga 40 anni quella del noto ufficio al numero civico 11 di via Roma. «L’ufficio è aperto dal 1976, prima in via Roma 4 e poi dal 1998 in via Roma 11. Nel 2011, quando la Piemontese assicurazioni è stata chiusa, l’agenzia è stata assorbita dalla Reale Mutua e dall’aprile 2019 sono diventata subagente dell’assicurazione al posto di papà – spiega Silvia Giorello – Nell’aprile del 2022 ho rilevato la parte relativa alle pratiche auto e aprendo lo sportello telematico dell’automobilista. In pratica i trofarellesi potranno fare direttamente in sede tutte quelle operazioni come volture, collaudi per agganci traino, sostituzioni bombole, collaborando con degli installatori sul terriitorio, reimmatricolazioni, rinnovo patenti e tutto ciò che concerne l’espletamento delle pratiche auto.

Lo sportello telematico, è aperto tutti i giorni, nell’orario di apertura dell’ufficio dell’agenzia Giorello, dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 12,30 e dalle 14,30 alle 18, su appuntamento utilizzando il numero di telefono 011648 1176. Per contattare invece l’agenzia di assicurazioni è possibile formulare il numero 011 648 6471». Parliamo delle assicurazioni. «Nel comparto assicurativo abbiamo a disposizione tutti i prodotti assicurativi a 360 gradi. Dalle auto, all’assicurazioni vita, previdenza complementare, infortuni, malattia. Le tutele aziendali e abitazioni. La solidità della compagnia è arricchita dalla presenza sul territoirio da mezzo secolo – racconta orgogliosa Silvia Giorello che ha in tasca una laurea in lettere con indirizzo storico artistico – Nell’introduzione in questo cmpo fatale fu un incidente di papà che ne 2005 si fratturò il piatto tibiale. Ho iniziato a lavorare in azineda e mii sono appassionata. Quando ho iniziato a studiare mi sarebbe piaciuto fare la restauratrice. Ho anche frequentato un corso regionale per la conservazione dei beni culturali ed architettonici». Silvia ha rilevato l’egenzia da papà Ezio che, a sua volta, aveva rilevato pian piano da Giuseppe Gatti quasi per gioco nel 1976.

«Prima di rilevare, con il diploma di perito eletrotcnico, mi coccupavo di contabilità alla René Briand a Torino che, il giorno prima di una promozione ho dato le dimissioni. Dopo un periodo di collaborazione con la Ditta Rana – racconta Giorello – Ho accettato nel 1975 la proposta di rilevare l’agenzia da Beppe Gatti. Sono diventato agente de La Piemontese ce poi ultimamente è stata assorbita dalla Reale Mutua.
E’ comunque un lavoro stimolante che ti porta a crescere e che ti porta grande soddisfazioni, anche se oggi le spese si sono moltiplicate».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.