Avanzo di bilancio inaspettato per nuove opere

722mila euro liberi per nuovi investimenti

Tomeo: «Un risultato straordinario»

CENTRO – È stato presentato ed appena approvato in giunta il conto consuntivo. Il documento sarà sottoposto all’attenzione del consiglio comunale per la dovuta approvazione nel corso della prossima seduta, e presenta un avanzo di amministrazione che si discosta di molto rispetto a quanto preventivato.

«In sede di preventivo adottiamo sempre una politica di estrema prudenza – spiega l’assessore al bilancio Maurizio Tomeo – Avevamo stimato un avanzo di amministrazione di 40mila euro. Ora, tirando le somme in sede di consuntivo, l’avanzo di gestione è quasi venti volte tanto, ben 722mila euro per la precisione. Realizzare un avanzo di questo importo, tenendo in considerazione tutte le opere pubbliche che abbiamo fatto, è una cosa straordinaria».

Assessore, ci spieghi in parole povere come si è arrivati a questo risultato.

«Non abbiamo aumentato le tasse, e tanto meno siamo rimasti immobili. Abbiamo infatti realizzato moltissime opere, tanto che è possibile che saremo anche autorizzati ad “uscire” dal patto di stabilità a seguito dei consistenti investimenti effettuati in ambito di edilizia scolastica. Questi denari di avanzo derivano dalla politica da noi attuata, è il ritorno positivo della gestione effettuata sui mutui. In sostanza abbiamo ottenuto mutui in conto capitale, da non restituire, per finire la Pace 1 e 2.  Abbiamo risparmiato quindi dei soldi, sfruttando oculatamente tutte le fonti di finanziamento che le leggi ci hanno reso disponibili, per esempio “La buona scuola”. Abbiamo messo in atto una pianificazione di lungo termine, con le idee ben chiare, ed i risultati ora si vedono».

La scuola Pace desta sempre polemiche. Quanto è costata?

«I cantieri della Pace hanno subito degli stop a causa di cause legali, da noi promosse, in conseguenza a lavori mal eseguiti, per quanto riguarda la Pace 1, e al mancato rispetto delle norme di sicurezza, per quanto riguarda la Pace 2. Tutto questo ha generato dei ritardi, indipendenti dalla nostra volontà. Tuttavia è necessario precisare che la Pace 2 non è costata di più del previsto. Nonostante gli intoppi alla fine è costata esattamente quanto preventivato. Non dimentichiamo che abbiamo incassato 100mila euro di danni con riferimento alla Pace 1 e 100mila euro da chi aveva reso necessario interrompere i lavori alla Pace 2».

Tornando all’avanzo di amministrazione, come saranno impiegati questi fondi?

«Sarà il consiglio comunale a decidere. La nostra proposta, dopo l’approvazione del consuntivo, verterà su quattro interventi principali. Prima di tutto, visto che abbiamo acceso dei mutui a costo zero e risparmiato quindi dei soldi, proporremo di impiegare parte di questi soldi, 311mila euro per l’esattezza, per estinguere il mutuo a suo tempo stipulato per il cimitero. Tale mutuo era stato contratto per poter far partire il cantiere. Successivamente i loculi sono stati venduti ed ora c’è denaro a sufficienza per poter estinguere l’unico mutuo oneroso da noi contratto ancora a carico delle casse comunali.  In questo modo sgraveremo ancora di più la spesa corrente del nostro Comune – ed ancora – Le altre proposte, relative alla parte rimanente dell’avanzo, riguarderanno l’asfaltatura di via Trieste, il portare a termine gli impianti sportivi già in cantiere e la manutenzione del verde pubblico».

Sandra Pennacini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.