Scuola: niente servizio mensa per i morosi

images-1CENTRO – Scarsa affluenza di persone alla riunione organizzata dall’amministrazione comunale e tenutasi giovedì sera presso la scuola media Leopardi.
Argomento centrale: nuovo regolamento mensa. Un incontro aperto ai genitori per ritornare sulla controversa questione riguardante la sospensione del servizio di ristorazione scolastica in caso di protratta morosità.
Il Sindaco Visca si dice stanco della situazione di continua insolvenza da parte di un certo numero di famiglie e spiega la necessità di tale provvedimento per salvaguardare «coloro che, con sacrificio, onorano il servizio». La riunione era aperta ai genitori e, i pochi presenti, hanno lamentato l’assenza di coloro nei confronti dei quali sono stati presi i provvedimenti sanzionatori.
Non starà alla scuola inibire il servizio, ma per i casi di inadempimento si procederà con una comunicazione del Comune ai servizi sociali. Lamenta Visca: «La politica del buon padre di famiglia non paga. A questo punto diciamo basta, non si può andare in rosso».
L’incontro è stato anche l’occasione per fare il punto sulla situazione La Pace: il termine dei lavori del primo lotto è previsto per giugno, andando ad intervenire successivamente sui parcheggi; La Pace 2 sarà invece definitamente pronta per maggio.
Il Comune ha inoltre deciso di spendere il 30% in più rispetto al budget previsto per dotare le aule di arredi che seguano i bambini durante il loro percorso di crescita.
Gli investimenti in termini di informatizzazione ammontano a 120mila euro per fibra ottica e 20 lavagne multimediali dotate ognuna di pc e proiettore. Le due aule informatiche della Rodari verranno dotate in totale di 50 pc e stampanti saranno collocate nei cinque intercicli, per uno spesa totale di  80mila euro.     Federica De Marco

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.