Polemica sul biglietto GTT dei comuni della provincia di Torino

CENTRO – Polemica sul biglietto Gtt. Il sindaco demanda ad un comunicato il suo pensiero sulla polemica che si è creata in merito alla rivoluzione della tariffazione del servizio di trasporto pubblico torinese. «In merito all’articolo pubblicato sul giornale “La Stampa” il 7 febbraio riguardo il nuovo biglietto GTT che sarà unico per tratta urbana e suburbana; a tal proposito il Sindaco esprime il proprio disappunto sulla scelta fatta e ritiene che la stessa sia penalizzante per i cittadini trofarellesi». Gli fa eco e approfondisce l’assessore ai trasporti Bruno. «Lunedì ho preparato una lettera da inviare a tutti gli assessori ai trasporti del circondario. Quei cittadini che escono dalla tratta urbana pagheranno 1,70 euro contro l’1,30 di prima. Anche prendendo il biglietto Daily si passerebbe da 1,30 ad 1,50. Il piano industriale della Gtt è un piano torinocentrico. La cintura ha subito un aumento del costo – commenta Bruno Carmelo – Il biglietto suburbano non esisterà più, sostituito da un biglietto unico che costerà 1,70. Nessuno può dire il contrario. I mezzi pubblici passeranno dai 795 di oggi ai 625 nel 2021: 170 mezzi in meno. Le tratte che non saranno convenienti saranno soppresse oppure verranno esternalizzate. Questa cosa riproporrà i problemi che si erano verificati all’inizio della scuola, quando la Canova, che aveva la gestione di certe corse, non riuscivano a garantire il numero di mezzi e servizi sul 45. Stiamo a guardare quello che succederà. A maggio usciranno gli abbonamenti con le cifre per il futuro. Non vorrei venisse attuato lo stesso metodo che ha visto l’aumento del biglietto. Sui treni gestiti da Gtt sono tutti arrabbiati per i ritardi. Ho appena scritto una lettera indirizzata a tutti gli assessori dei trasporti di tutta la provincia di Torino chiedendo di fare fronte comune su questo problema».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.