Grandi risultati per il Bea Leopardi di cui il trofarellese Stefano Piccionne è Direttore Sportivo

BEA RISCRIVE UN’ALTRA VOLTA LA STORIA: LEOPARDI TRA LE PRIME QUATTRO D’ITALIA
Ennesimo storico risultato per il progetto BEA Leopardi: gli Juniores, già Campioni Regionali per il secondo anno di fila, raggiungono l’incredibile traguardo di qualificarsi tra le prime quattro squadre in Italia della categoria. Nelle finali nazionali disputatesi a Cesenatico infatti, gli arancioni di coach Mussio hanno saputo farsi valere, ottenendo un piazzamento storico e mai raggiunto per la pallacanestro chierese migliorando sensibilmente il già ottimo risultato della scorsa stagione (in cui hanno fatto registrare l’8° posto a livello nazionale).
Venendo al racconto della kermesse, i Leopardi hanno debuttato nel girone di qualificazione contro l’AGSB Gessate, imponendosi dopo una buona gara sempre in controllo per 66-57. Copione simile anche nel secondo impegno, avversari i campioni di Puglia del Basket Calimera: una buona partenza, soprattutto in fase difensiva, ha subito scavato il solco decisivo a favore degli arancioni, che non si sono più guardati indietro allungando ad ogni giro di lancetta fino al 74-55 finale che con una giornata di anticipo li ha qualificati per le semifinali Scudetto.
La gara per la vetta del girone che vede contrapposti i chieresi ai campioni di Abruzzo del Magic Basket Chieti è rimasta in equilibrio per oltre 25′. Poi la maggior fisicità degli abruzzesi, alla fine Campioni d’Italia, ha fatto pendere l’ago della bilancia in loro favore, con il 51-80 finale maturato quasi interamente negli ultimi minuti probabilmente un po bugiardo sui reali valori delle squadre in campo.
Qualificatasi come seconda, BEA in semifinale Scudetto se l’è dovuta vedere con l’US Tricella, campione di Lombardia e prima classificata nel suo girone. Alla quarta partita in due giorni gli arancioni non sono riusciti a mettere in campo la giusta energia, e complici un paio di infortuni che ne hanno accorciato le rotazioni e la normale tensione per una gara dalla grande posta in palio, sono incappati nella più classica della partite storte. Contro i lontani parenti dei veri chieresi, i lombardi hanno avuto vita facile, guadagnandosi meritatamente il passaggio in finale relegando i ragazzi di coach Mussio alla finalina per il bronzo con i Campioni d’Italia uscenti del Montesacro Roma.
Nell’ultima gara della manifestazione i Leopardi hanno mostrato gli artigli, tirando fuori una prestazione di qualità e carattere, soprattutto nella metà campo difensiva, che però non è bastata per aver ragione dei campioni del Lazio in una gara comunque sempre incerta e tirata.
“Non posso che essere contento per il risultato ottenuto – esordisce coach Mussio a margine della premiazione – Quasi 10 mesi di lavoro, coronati da questo memorabile successo. I ragazzi si sono rivelati pronti, sul pezzo, attenti e carichi, sempre pronti a rispondere presente quando serviva. L’apporto di tutti è stato fondamentale, e alla fine siamo quarti in Italia, un risultato storico per questa società. Personalmente non posso che essere appagato da quanto raccolto, un successo personale e di gruppo, una delle più grandi emozioni che abbiamo mai provato, grazie a questo fantastico gruppo.”
“È stato il coronamento di una stagione ricca di soddisfazioni – esordisce Stefano Piccionne, Direttore Sportivo di BEA – Siamo molto legati alla squadra Juniores, perchè è la faccia più sociale del nostro progetto nel settore giovanile. Come se non bastasse, abbiamo anche migliorato il nostro piazzamento precedente, portando Chieri per la prima volta tra le prime quattro d’Italia.”
Parole di elogio anche dal Direttore Generale di BEA Salvatore Morena: “Faccio fatica a pensare un modo migliore per coronare una stagione agonistica così positiva. BEA ha nella propria mission il fatto di affrontare con pari dignità tutti i livelli di pallacanestro che offre ai propri tesserati. Se vogliamo essere una scuola di pallacanestro il nostro obiettivo è di avere le strutture, gli insegnanti e i progetti migliori possibili da offrire ai nostri ragazzi. Come nelle scuole importanti quando questi elementi ci sono TUTTI gli studenti ne beneficiano, sia per i grandi risultati nei campionati Elite sia in quelli CSI o nel minibasket. Anche quest’anno chiudiamo la fase con grandi sorrisi e il riconoscimento a livello nazionale del nostro impegno”.
Questo il roster quarto in Italia: Gabriele Amadore, Giacomo Amadore, Riccardo Barge, Andrea Bertone, Cristian Bosello, Riccardo Calleri, Christian Castagna, Riccardo Ferrera, Edoardo Fornero, Samuele Fumero, Edoardo Lacetera, Filippo Longhin (Capitano) Paolo Molino, Andrea Mondin, Mattia Picchialepri, Simone Sortino, Thomas Scaturro. Coach Luca Mussio.

Commenti: