Al Trofarello Calcio passaggio di testimone

CENTRO – Il Trofarello Calcio in piena svolta. Una cordata di quattro amici per risollevare la squadra bianco rossa che nel 2017 festeggia 90 anni di vita.
Il nuovo presidente biancorosso Gianni Mannori, assieme al direttivo composto da Ornello Baseotto, Giorgio Chiappino, Alessandro Zaghi e la vice presidente Ilario Piovano, si sono presentati la settimana scorsa, alla squadra ed ai fedelissimi del Trofarello facendo trasudare entusiasmo e determinazione. Cambi al vertice con una certezza: i colori della maglia bianco rossa. Poi è tutto una svolta. A partire dall’ex tecnico del Trofarello Enrico Mogliotti che lascia il testimone a Marco Grosso, reduce quest’ultimo da tre ottime stagioni al Pralormo, per andare a ricoprire il ruolo di direttore generale assieme a Nunzio Sinopoli.
«Gli ultimi due anni sono stati bellissimi, ma pesanti. Oggi poi ho una secoda figlia che mi assorbe molto tempo – spiega Mou-gliotti – Questa nuova figura a 360 gradi che mi è stata prospettata, che si dovrà occupare di tutto per far crescere il nome del Trofarello mi piace, cercherò di dare una mano attraverso consigli, sia dal punto di vista sportivo legato alla prima squadra ed al settore giovanile, ma anche all’organizzazione dei tornei».
Ma perché Mannori e company hanno scelto il Trofarello?  «A Trofarello ho passato l’infanzia nonostante sia nato di fronte al campo del Moncalieri. Proprio  questo il motivo che ha fatto nascere l’interesse per entrambe le società». Questo centro sportivo deve diventare un centro d’incontro per i cittadini anche in settimana. Ed il rapporto con l’amministrazione locale? «Ci siamo già sentiti con l’amministrazione. Ci siamo andati a presentare in comune in settimana. Ci ritroveremo per limare i rapporti.Ci siamo dati un anno di tempo per conoscerci. Siamo più che fiduciosi».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.