Trofarello: isola felice del mercato immobiliare

CENTRO – Il mercato immobiliare Trofarellese non stalla. Claudio Vola titolare della agenzia trofarellese Piemonte case, società di intermediazione immobiliare che cura le compravendite, consulenza dalla A alla Z, da 15 anni sul territorio di Trofarello. «Ci sentiamo comunque trofarellesi a tutti gli effetti. Il mercato immobiliare di Trofarello è un mercato che, come tutto il mercato immobiliare, in questi ultimi 10 anni ha avuto un sostanziale cambiamento perché la crisi si è sentita anche qui con un significativo calo dei prezzi – spiega Vola – Abbiamo una realtà comunque che ha subito un calo minore dei prezzi del mattone al metroquadro minore rispetto ad altre zone del territorio. Questo perché Trofarello è un comune sano e dove il cliente che abita e che cerca sulla zona cerca qualcosa di bello e curato. Negli ultimi due anni sono queste le tipologie di immobili che vanno per la maggiore. In questo ultimo periodo c’è stata anche una discreta stabilità àdi prezzi. La discesa, provocata dalla crisi si è bloccata fortunatamente. Negli ultimi due anni sono aumentate le compravendite, grazie alla stabilità di prezzi. Fino a due anni fa c’è stato un vistoso calo sia a livello di prezzi che a livello di numero di compravendite. La previsione per il territorio è quella di arrivare al 2020 al numero di compravendite pari a quello che si realizzavano negli anni 2006-2007, gli anni d’oro del mercato immobiliare. La previsione parla di un periodo di stabilità. La popolazione di Trofarello ama il bello – continua Vola – Ama le case di una certa qualità. Vanno per la maggiore gli alloggi e gli immobili che sono nuovi o che sono ben ristrutturati o ancora realizzati in un contesto residenziale bello. Quello che invece è calato, ed abbiamo forse ancora una fase discendente di prezzi, sono gli immobili più vecchi e gli appartamenti meno ristrutturati lasciati alla deriva. Chi cerca un appartamento a Trofarello è quindi alla ricerca di un livello di qualità medio alta sia per le rifiniture che a livello di novità tecnologiche come pannello solare e riscaldamento a pavimento». Ma chi è l’acquirente tipico del vostro sistema di vendita immobiliare? «Il trofarellese è molto legato al territorio. Chi abita in città, per la qualità di vita, per la stazione, per i servizi che dà, tendenzialmente non cambia comune. Tendenzialmente sono persone che abita già a Trofarello o che ha familiari a Trofarello. Poi ci sono anche molti che si trasferiscono da Torino o da Poirino o Santena. Raramente chi vende va fuori città. Chi pensa di poter vendere o acquistare fa bene ad affidarsi ad un professionista. Lanciarsi nell’acquisto o nella vendita da privato è estremamente difficoltoso. Consiglio sempre di destreggiarsi in questa giungla con l’aiuto di un consulente immobiliare. Ci sono molti step che non sono facili da superare da tutti. Conviene poi essere realisti nella valutazione, mettendo il prezzo reale di mercato. Supervalutare un immobile può portare a perdere del tempo e soldi. Il momento migliore per vendere un immobile è dato dai primi due mesi di vendita, quando si realizza il massimo possibile. Superati i due mesi il prezzo va a scendere. In questo momento la richiesta maggiore va per il trilocale. La maggior parte della richiesta di immobili a Trofarello va per alloggi con prezzi sotto ai 200 mila euro, 70, 80 per cento delle compravendite totali. Per l’85 per cento la richiesta è di alloggi di metrature fino ai 120 metri quadrati. Tutto ciò che è sopra questi ordini di grandezza è più difficile venderlo con un conseguente aumento dei tempi di vendita». Il vostro impegno per il paese? «Negli ultimi anni ci siamo impegnati nel fare pubblicità sul giornale locale e da sponsor nel Trofarello calcio lavorando per sponsorilzzare la nuova società». Novità per il mercato prossimo 2019? «Porremo in vendita due palazzine nuove ed una completamente ristrutturata in zona centrale».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.