Una rete per frenare il disagio economico

CENTRO –  L’aiuto e l’assistenza in città si fa con la rete. Una rete che negli ultimi tempi ha visto protagonisti delle attività tre differenti entità: i volontari della Caritas locale, i componenti del Comitato Genitori e la professoressa Bonelli, insegnante di religione presso la scuola Leopardi che negli ultimi anni si è specializzata nel reperimento di libri per i ragazzi di famiglie che non hanno la possibilità di acquistarli. Abbiamo intervistato i componenti di questa fitta rete di assistenza per fare una cartina degli aiuti cittadini. «Da circa 15 anni mi occupo di reperire libri di testo usati  per le famiglie di Trofarello che si rivolgono alla scuola perché non in grado di acquistarli tutti – spiega Paola Bonelli, docente di religione alla scuola Leopardi dove svolge la sua attività di volontariato in collaborazione con la Caritas –  In tanti anni si è creata una rete di donazioni per cui ringrazio di cuore tutte le famiglie che mi hanno regalato libri da passare ai più bisognosi».
E i libri da acquistare nuovi? «Alla scuola chiedo di acquistarne una parte, ma la fattura più pesante è a carico della Caritas che riceve i fondi da destinare alla scuola grazie ad alcune iniziative, come quella della vendita dei biscotti organizzata quest’anno. La novità più stupefacente è che da due anni il Comitato Genitori organizza eventi in collaborazione con la Caritas in cui raccoglie materiale scolastico ed offerte che consegna alla Caritas per aiutare le famiglie in difficoltà per quel che riguarda la scuola.  Sono molto orgogliosa di questa collaborazione basata sulla stima reciproca» conclude la Bonelli.
Proprio il comitato Genitori da tempo collabora con le volontarie Caritas. «Nell’ambito della nuova iniziativa che accomuna CGT, Caritas, Comune di Trofarello e Prof.ssa Bonelli della scuola secondaria di 1° grado di Trofarello volta a creare una giornata solidale di sensibilizzazione verso le famiglie trofarellesi in condizioni più disagiate, il CGT propone un laboratorio creativo per bambini e ragazzi per finanziare la raccolta fondi – racconta Irene Cravero – Fra le iniziative di collaborazione fra CGT e Caritas svolte in passato, troviamo la seconda raccolta presso i plessi scolastici del materiale scolastico da destinare alle famiglie più bisognose che ha avuto luogo lo scorso settembre; la prima edizione si è svolta nel settembre 2021. Inoltre, una parte del ricavato della raccolta tappi di plastica del CGT è stato destinato negli anni passati all’acquisto di libri scolastici da destinare alle famiglie in difficoltà. Una delle ambizioni del CGT per i prossimi anni scolastici è di creare una rete di donazione libri scolastici sensibilizzando le famiglie che potranno metterle a disposizione, in modo da diventare parte attiva del progetto favorendo il ricircolo dei testi di scuola. Un ringraziamento da parte del CGT va a tutti coloro che hanno partecipato alle iniziative passate e a coloro che supporteranno quelle future , perché – ricorda la Cravero – “per far crescere un bambino ci vuole un intero villaggio”.
Ma è fuori discussione che a tirare i fili delle maglie della rete di assistenza è la Caritas che proprio da settembre ha intensificato le proprie attività in vista del sostegno alle famiglie e alle loro bollette. «Certo. A settembre la giornata dei biscotti della solidarietà ci ha permesso di recuperare fondi che si stanno utilizzando per l’acquisto di libri di testo per la scuola media, grazie alla collaborazione con la professoressa Bonelli, e per il pagamento della mensa a bambini di alcune famiglie trofarellesi.
La collaborazione con il Comitato Genitori di Trofarello invece ci ha permesso di reperire materiale scolastico per i bimbi delle scuole di ogni grado a partire dalla materna fino alle scuole medie inferiori e superiori – spiega Marilena Palazzo – Vogliamo focalizzare l’attenzione sulle collaborazioni con il Comitato Genitori e la Professoressa Bonelli oltre che con il Comune di Trofarello, in particolare con l’Assessore al Sociale Emilia Tiso per dimostrare che lavorare insieme “in rete” porta ad ottenere ottimi risultati. 
E’ bello impegnarsi insieme e ci auguriamo che questa sinergia vada man mano ad aumentare affinché la comunità trofarellese possa essere una vera comunità solidale ed attenta ai bisogni di tutti.
Siamo felici di godere della fiducia dei trofarellesi, ringraziamo perciò tutte le persone che sostengono le nostre attività, in ultimo quella delle mele e la partecipazione alla Fiera d’Autunno che ci hanno permesso di raccogliere fondi da destinare al pagamento delle bollette o all’acquisto di farmaci o pagamento ticket , necessità in particolare aumento in questo periodo». Vogliamo dare qualche cifra di quello che è stato raccolto? «Dalla distribuzione dei biscotti abbiamo raccolto 1076 euro da destinare ad acquisto libri e pagamenti mensa. 400 sono già stati utilizzati per libri e 100 per mensa. La giornata di distribuzione delle Mele è la partecipazione alla Fiera d’autunno hanno prodotto circa 2500 euro di offerte. Inoltre quest’anno abbiamo registrato un altro bel episodio di solidarietà: il libro scritto da Carla Ciampoli a favore delle famiglie trofarellesi sta avendo un buon successo e sono stati raccolti circa 600 euro destinati alle attività sopracitate. Bello il gesto di questa trofarellese per la comunità». Ma quante persone aiutate? «Le famiglie con ragazzi in età scolare che saranno aiutate sono circa 40 mentre quelle aiutate in generale sono 87 per un totale di 315 persone».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.