Strade in tilt per neve, incidenti e traffico straordinario. Domani scuole aperte normalmente. Attenzione al ghiaccio

CENTRO – Una tempesta perfetta. Si è scatenata sulla città di Trofarello e sull’intera Cintura Sud di Torino nella giornata di oggi, provocando molti disagi. La neve ha immobilizzato tutte le strade creando problemi che si sono protratti fino a pochi minuti fa. Alla neve si sono aggiunti un doppio incidente stradale nel comune di Cambiano, all’altezza del supermercato Mercatò, e un livello di traffico mai visto, provocato probabilmente dallo sciopero dei trasporti che ha indotto molti automobilisti a prendere l’automobile per recarsi al lavoro. Il traffico ha impedito ai mezzi dediti alla pulizia delle strade di fare il proprio lavoro, facendo peggiorare ulteriormente la situazione della circolazione. «I mezzi spazzaneve e spargisale hanno avuto, come in tutti i comuni, difficoltà a operare sul territorio a causa del grande traffico che si è prodotto sull’intera cintura di Torino, a raggiungere il luogo prestabilito e a operare in normalità. Alle ore 21 segnalo ancora traffico dovuto a svariati incidenti, soprattutto verso Cambiano e Chieri – ha spiegato il sindaco Stefano Napoletano con un comunicato qualche ora fa – Secondo le previsioni che abbiamo consultato, a breve la neve dovrebbe smettere di scendere. Ci sono dieci mezzi spalaneve, coordinati dall’ufficio Tecnico, dall’Amministrazione, dagli assessori Scaglia e Miletto, che ringrazio. Il maggiore dei problemi sarà costituito dalla formazione di ghiaccio . La neve è bella ma crea disagi – conclude Napoletano – Per domani abbiamo deciso di tenere le scuole aperte.
Chiudere le scuole arrecherebbe più disagi alle famiglie che benefici.
Quindi domani invito i genitori che possono a non usare la macchina, a partire con anticipo da casa oppure a parcheggiare nei pressi delle scuole e arrivare a piedi davanti all’entrata.
E’ fortemente raccomandato di non avventurarsi in direzione Steli o La Pace se non si hanno le gomme termiche. Scuole aperte ma attenzione al ghiaccio».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.