Promosso a pieni voti l’asilo La Pace con un doppio collaudo

La PacePromosso a pieni voti l’asilo La Pace di via Grazia Deledda. Questa mattina la scuola materna di zona Rocchette ha superato brillantemente il collaudo statico effettuato dopo l’intervento di sistemazione e ristrutturazione. Si è trattato di un doppio collaudo che ha promosso sia il primo che il secondo lotto. «Siamo tutti assolutamente tranquilli e soddisfatti. L’intervento rende l’edificio assolutamente sicuro» commenta il sindaco Gian Franco Visca. Che tipo di intervento è stato realizzato? «Sono stati piantati nel terreno dei pali di acciaio, mediante la tecnica della palificazione. In pratica questi pali di acciaio sono stati ancorati alle basi dei pilastri andando ad una ulteriore profondità che oscilla da 4 a 6 metri. La diversa lunghezza dei pali è legata alla conformazione ed al tipo di fondamenta presente. Il tutto la rende ormai perfettamente ancorata al terreno. Non c’è mai stato pericolo di crollo o di stabilità, certo è innegabile che c’era un problema di movimenti legati al tipo di terreno – commenta Visca – Ora la gente deve davvero smetterla di essere timorosa e dire che è una scuola pericolosa. Su quella scuola abbiamo speso tantissimo denaro ed oggi non ci sono più motivi di sorta per fomentare preoccupazioni. Manca solo più il collaudo dei Vigili del Fuoco ma sono stati presentati sia il collaudo statico che quello relativo alla pratica Asl. Il collaudo è relativo ai due lotti, perché sono due le ditte che hanno lavorato a quel cantiere. Domani mattina spedirò la lettera al preside Demichelis per darne comunicazione ufficiale. Adesso attendiamo il finanziamento per terminare il terzo lotto. Questa sistemazione ci ha anche permesso di effettuare anche una importante risistemazione degli ambienti interni: la sala computer, la palestrina, l’area nanna, la sala didattica. Avremmo dato anche il bianco se non si fosse verificato il nubifragio che ha distrutto diverse centinaia di tegole. I soldi  per l’imbiancatura (12 mila euro) sono comunque già stati stanziati e l’operazione verrà effettuata alla prima interruzione utile della scuola per non interferire con l’attività didattica».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.