Filosofia dedicata alle minoranze

CENTRO – Venerdì 28 ottobre presso la Caffetteria San Giuseppe si svolgerà un nuovo appuntamento col caffè filosofico condotto da Lorenzo Papapietro.
Il tema su cui si concentreranno le riflessioni dei partecipanti sarà “Le minoranze”.
«Nei più svariati contesti accade che si formino una maggioranza e una minoranza: dalla scelta di dove andare con amici a mangiare la pizza alla decisione in famiglia di rispettare o meno la scelta eutanasica di un famigliare, dalle elezioni politiche a una questione come il Tav ecc..
Ora il senso comune in questi casi tende a farne una questione matematica, oltre che etica, dando automaticamente potere decisionale alla maggioranza – spiega Papapietro – Viene tuttavia da domandarsi, quando si perviene a una suddivisione tra maggioranza e minoranza, perché è la maggioranza a essere legittimata a decidere.
Perché dovrebbero contare di meno le idee delle minoranze? Il principio etico per cui la soddisfazione di molti è più importante della soddisfazione di pochi su che cosa si fonda?
E’ valido in modo assoluto o solo in certi casi o in nessuno? Chi e come tutela le minoranze? Tutelarle significa semplicemente dare loro diritto di espressione? Esistono dei modi per andare al di là di questa polarizzazione? Come ogni cosa che viviamo come ovvia e normale, anche gli ovvi diritti delle maggioranze vanno sottoposti a un vaglio critico per stabilire fino a che punto siano fondati. Un atteggiamento filosofico sulla vita non può accettare, senza averla prima messa in discussione, nessuna cosa che venga ritenuta dai più come ovvia. Può anche darsi che il senso comune abbia ragione ma prima, in ogni caso, bisogna comunque esaminarne le argomentazioni e i presupposti per vedere se sono validi; senza questa disamina infatti non possiamo saperlo e ci affidiamo solo a automatiche convenzioni sociali stabilite da altri su cui mai abbiamo riflettuto – conclude il filosofo trofarellese Papapietro – Ma una vita veramente vissuta non può basare le proprie azioni e le proprie idee su automatiche convenzioni sociali».
L’appuntamento è venerdì alle ore 18.00 in caffetteria. Non è necessario avere conoscenze pregresse in campo filosofico per poter prendere parte all’attività.
Quota di partecipazione: 5 euro
Per informazioni e per proporre dei temi da indagare nei prossimi appuntamenti è possibile scrivere a proposte.di.filosofia@gmail.com oppure a 3395290351

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.